La Struttura della Frase

Frasi senza Soggetto

La frase pi¨ semplice Ŕ quella composta da una sola parola, come per esempio: piove. Questo Ŕ un esempio di frase impersonale, ovvero di frase senza Soggetto. La sua Analisi Logica Ŕ semplicissima:

PREDICATO VERBALE
piove

Le uniche frasi che non hanno Soggetto, nÚ esplicito nÚ implicito, sono le frasi fatte con un verbo impersonale, come quella che abbiamo visto.

Anche se in alcuni casi si usano frasi senza verbo (per esempio nei titoli di giornale, vedi in basso in questa pagina), si possono fare frasi di una parola senza verbo soltanto usando una interiezione! Non avrebbe infatti molto senso dire per esempio sedia: non sarebbe una frase. Ha per˛ significato dire ciao o anche ai!.

Frasi Predicative e Frasi Copulari

Ancora un punto importante: ci sono sostanzialmente due tipi di frasi:

  • quelle Predicative, ovvero quelle che descrivono una azione che viene fatta, come Enrico mangia un panino, oppure ho corso tantissimo oppure le frasi composte di una sola parola, come piove e arrivo!
  • e quelle Copulari che descrivono una proprietÓ del Soggetto; un buon esempio Ŕ: Marina Ŕ alta e bruna

Le strutture di queste due frasi sono diverse, ed Ŕ di conseguenza diversa la loro Analisi Logica. Ambedue le frasi hanno un Soggetto, ma il gruppo verbale svolge due ruoli differenti: nel primo caso descrive una azione che accade o viene fatta, mentre nel secondo caso indica una proprietÓ del soggetto. Il gruppo verbale prende allora due nomi differenti, e prendono nomi differenti i gruppi di parole che seguono immediatamente il verbo.

Vediamo qui sotto un paio di esempi

Soggetto sottinteso

Tieni presente che il Tema, ovvero quello di cui si dice qualcosa, specialmente se si tratta di un pronome personale della prima o della seconda persona singolare o plurale, cioè io, tu, noi, voi, può essere sottinteso, come in questo esempio:

SOGGETTO PREDICATO
(io) ieri ho fatto molti compiti difficilissimi

Anche una frase semplicissima, come arrivo!, composta di una sola parola (un verbo non impersonale), è composta da Tema e Rema,

TEMA REMA
(io) arrivo!
(SOGGETTO) (PREDICATO)

che qui sono esattamente coincidenti con il Soggetto e il Predicato.

Tema e Rema

Come abbiamo visto, dal punto di vista della comunicazione, ci sono sostanzialmente due parti:

  • una che si presuppone essere nota ai parlanti, e che viene chiamata molto significativamente Tema, ed è appunto l'argomento del quale la frase dice qualcosa. In questo caso si tratta del mio amico Enrico;
  • l'altra invece che rappresenta una informazione nuova relativa al Tema, informazione che chi compone la frase comunica a chi la frase la riceve, e che viene chiamata Rema: l'informazione che la frase di esempio contiene è che ha fatto dei compiti molto difficili.

Questo modo di vedere la frase mette maggiormente in risalto il valore comunicativo della frase:

TEMA REMA
il mio amico Enrico ieri ha fatto molti compiti difficilissimi
ELEMENTO NOTO INFORMAZIONE NUOVA

Vediamo che lo scopo primario della comunicazione è di aggiungere nuove informazioni alle cose che conosciamo.

Anche se pu˛ rappresentare una novitÓ usare i termini Tema e Rema, questi sono preferibili ai termini Soggetto e Predicato per due motivi:

  • perché molti fanno un po' di confusione tra Predicato e Predicato verbale,
  • ma ancora più importante perchÚ qui parliamo di contenuti di comunicazione, e quindi è meglio usare dei termini diversi da quelli che usiamo nell'analisi logica.

Se avete la curiosità di sapere da dove deriva il termine rema, è molto semplice: rema in greco vuol dire verbo, che è il predicato per eccellenza!

Frasi con Verbo Copulativo

Nelle frasi Predicative il verbo si chiama Predicato Verbale, e gli eventuali elementi che seguono immediatamente il verbo si chiamano Complemento Oggetto (o complemento diretto):

SOGGETTO PREDICATO
VERBALE
COMPLEMENTO
OGGETTO
Enrico mangia un panino

Nelle frasi Copulari il verbo si chiama Copula, gli elementi che seguono immediatamente il verbo si chiamano Nome del Predicato, e tutti e due insieme si chiamano Predicato Nominale:

SOGGETTO PREDICATO
NOMINALE
COPULA NOMEáDEL
PREDICATO
Marina Ŕ alta e bruna

Verbo sottinteso

Ci sono anche frasi senza verbo, e si chiamano Frasi Nominali. Sono generalmente tipiche dello stile giornalistico ed ampiamente usate nei titoli dei giornali. In realtÓ sottintendono un verbo che per ragioni di spazio viene omesso, come in questo esempio:

SOGGETTO ... ...
Bartali (arriva) primo sulla Milano-San Remo

Quasi sempre le frasi nominali sottintendono il verbo essere, o un verbo copulativo, o un verbo intransitivo usato con valore copulativo. Abbiamo infatti visto che un verbo con funzione copulativa ha poco bisogno di essere espresso, e rappresenta solamente un legame tra il soggetto e qualche proprietÓ del soggetto.

Possiamo allora fare la analisi logica completa di questa semplice frase:

SOGGETTO ... COMPLEMENTO PREDICATIVO DEL SOGGETTO
Bartali (arriva) primo sulla Milano-San Remo

Tipi di Frase

Ancora un punto importante. Sapete che ci sono due grandi famiglie di verbi: i verbi predicativi, ovvero verbi che hanno un significato compiuto, e i verbi copulativi, ovvero verbi che necessitano di un sostantivo o un aggettivo per avere significato.

Facciamo due esempi:

  • correre: il significato Ŕ ben definito, si tratta di verbo predicativo;
  • diventare: il significato non Ŕ completo, occorre specificare cosa si sta diventando. Divento grande, bello, migliore? Senza un aggettivo o un sostantivo questo verbo non ha un significato, Ŕ un verbo copulativo.

A seconda del tipo di verbo che compare in una frase, diremo allora che ci sono sostanzialmente due tipi di frasi:

  • quelle Predicative, ovvero quelle che descrivono una azione che viene fatta, come Enrico mangia un panino, oppure ho corso tantissimo oppure le frasi composte di una sola parola, come piove e arrivo!
  • e quelle Copulari che descrivono una proprietÓ del Soggetto; un buon esempio Ŕ: Marina Ŕ alta e bruna

Le strutture di queste due frasi sono diverse, ed Ŕ di conseguenza diversa la loro Analisi Logica. Ambedue le frasi hanno un Soggetto, ma il gruppo verbale svolge due ruoli differenti: nel primo caso descrive una azione che accade o viene fatta, mentre nel secondo caso indica una proprietÓ del soggetto o ha bisogno di una proprietÓ del soggetto per avere un senso completo. Il gruppo verbale prende allora due nomi differenti, e prendono nomi differenti i gruppi di parole che seguono immediatamente il verbo. Per fare l'Analisi Logica dobbiamo quindi capire bene quale ruolo ha il verbo nella frase.

le lezioni di Archivium

Usa il motore di ricerca di Google per cercare altri argomenti di tuo interesse di Italiano e di Matematica sui siti di Archivium:

Vieni a fare i compiti di aritmetica o matematica con gli strumenti di Archivium, ti aiuteremo a fare i compiti velocemente e divertendoti!