Tema e Rema

La Struttura Fondamentale della Frase

La frase è composta da due parti principali: una identifica il soggetto di cui si parla, e si chiama, indovinate un po', Soggetto, l'altra esprime le informazioni che vogliamo dare, e si chiama Predicato:

  • il Soggetto rappresenta l'attore principale della situazione descritta dalla frase, ovvero ciò di cui la frase dice qualcosa, e generalmente è un gruppo di parole intorno ad un sostantivo o un pronome,
  • il Predicato esprime ciò che si vuole dire relativamente al Soggetto. E' composto da un verbo, talvolta da un avverbio, e da una serie di altre parole, ovvero dal predicato verbale e da tutti i relativi complementi.

Spieghiamoci con un esempio:

SOGGETTO PREDICATO
il mio amico Enrico ieri ha fatto molti compiti difficilissimi

Il Predicato contiene tutte le cose (informazioni) che vogliamo dare relativamente al Soggetto. Per dare queste informazioni utilizziamo un Verbo, che in analisi logica si chiama generalmente Predicato Verbale (in alcuni casi, che vedremo, si chiama Copula), e un certo numero di Complementi, che servono a circostanziare bene l'informazione che vogliamo dare. Qui ci vuole un poco di attenzione, perché si rischia di fare confusione: il Predicato è composto dal Predicato Verbale e dai Complementi.

Tema e Rema

Come vedete, dal punto di vista della comunicazione, ci sono sostanzialmente due parti:

  • una che si presuppone essere nota ai parlanti, e che viene chiamata molto significativamente Tema, ed è appunto l'argomento del quale la frase dice qualcosa. In questo caso si tratta del mio amico Enrico;
  • l'altra invece che rappresenta una informazione nuova relativa al Tema, informazione che chi compone la frase comunica a chi la frase la riceve, e che viene chiamata Rema: l'informazione che la frase di esempio contiene è che ha fatto dei compiti molto difficili.

Questo modo di vedere la frase mette maggiormente in risalto il valore comunicativo della frase:

TEMA REMA
il mio amico Enrico ieri ha fatto molti compiti difficilissimi
ELEMENTO NOTO INFORMAZIONE NUOVA

Vediamo che lo scopo primario della comunicazione è di aggiungere nuove informazioni alle cose che conosciamo.

Anche se può rappresentare una novità usare i termini Tema e Rema, questi mi sembrano preferibili ai termini Soggetto e Predicato per due motivi:

  • perché molti fanno un po' di confusione tra Predicato e Predicato verbale,
  • ma ancora più importante perché qui parliamo di contenuti di comunicazione, e quindi è meglio usare dei termini diversi da quelli che usiamo nell'analisi logica.

Se avete la curiosità di sapere da dove deriva il termine rema, è molto semplice: rema in greco vuol dire verbo, che è il predicato per eccellenza!

Soggetto e Predicato

Escluse le frasi fatte con un verbo impersonale, che non hanno soggetto, tutte le altre frasi si dividono in due parti principali, una che identifica il Soggetto e l'altra che costituisce il Predicato:

  • il Soggetto rappresenta l'attore principale della situazione descritta dalla frase, ovvero ciò di cui la frase dice qualcosa, e generalmente è un gruppo di parole intorno ad un sostantivo o un pronome,
  • il Predicato esprime ciò che si vuole dire relativamente al Soggetto. E' composto da un verbo, talvolta da un avverbio, e da una serie di altre parole, ovvero dal predicato verbale e da tutti i relativi complementi.

Spieghiamoci con un esempio:

SOGGETTO PREDICATO
il mio amico Enrico ieri ha fatto molti compiti difficilissimi

le lezioni di Archivium

Usa il motore di ricerca di Google per cercare altri argomenti di tuo interesse di Italiano e di Matematica sui siti di Archivium:

Vieni a fare i compiti di aritmetica o matematica con gli strumenti di Archivium, ti aiuteremo a fare i compiti velocemente e divertendoti!