ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

finalmente
GRATIS!

Predicato Nominale

il Predicato Nominale

Il Predicato Nominale esprime le proprietà dei soggetti di cui parliamo. Possono essere proprietà fisiche o morali, oppure stati d'animo.

Ecco qualche esempio:

TEMA REMA
sono felice

e spero che lo siate anche voi! Oppure:

TEMA REMA
il mio amico Enrico è un ragazzo alto e biondo

In queste frasi, che si chiamano attributive perché attribuiscono delle caratteristiche, abbiamo solo due elementi che sono realmente significativi: uno è il Soggetto, l'altro elemento sono le proprietà che vogliamo descrivere e che sono pertinenti al soggetto. Il verbo qui serve a molto poco, un segno di = sarebbe perfettamente adeguato, anche se un po' schematico:

soggetto assegnazione caratteristica
(io) = felice
Enrico = ragazzo, alto, biondo

la Copula e il Nome del Predicato

Come vedete, non c'è proprio nessun bisogno del verbo essere! E infatti nelle frasi attributive il verbo si chiama Copula, che vuole dire unione, perchè serve solo ad unire il Soggetto con le proprietà che gli stiamo assegnando: non descrive quanto succede, non "predica" nulla, l'elemento informativo sta tutto nelle parole che seguono la copula, e che, queste sì, "predicano" qualcosa.
E infatti gli elementi che seguono immediatamente il verbo si chiamano Nome del Predicato, e Copula e Nome del Predicato insieme si chiamano Predicato Nominale:

SOGGETTO PREDICATO
NOMINALE
COPULA NOME DEL
PREDICATO
(io) sono felice
il mio amico Enrico è un ragazzo alto e biondo
Questo è un sito gratis!
segnalalo a Google

oppure clicca mi piace!

prodotto da

per La Scuola Digitale

© HT Tecnologie Umanistiche - 434053108